UNI/PdR 125:2022: la certificazione della parità di genere per le aziende è realtà

È approdato sulla Gazzetta Ufficiale del 1° luglio il Decreto 29 aprile 2022 del Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia che stabilisce i “Parametri per il conseguimento della certificazione della parità di genere alle imprese e il coinvolgimento delle rappresentante sindacali aziendali e delle consigliere e consiglieri territoriali e regionali di parità”.
Le aziende italiane di ogni dimensione e tipologia possono ora certificarsi secondo le linee guida della UNI/PdR 125:2022, che prevede l’adozione di specifici KPI (indicatori chiave di prestazione) – inerenti alle politiche di parità di genere all’interno delle organizzazioni.

Pensata per ridurre il divario di genere sul fronte della parità salariale, delle opportunità di carriera e della tutela della maternità, la certificazione – prevista nella Missione 5 “lavoro e inclusione” del PRNN – intende accompagnare e incentivare le imprese nell’adottare policy adeguate a ridurre il gap di genere e ad adottare una cultura aziendale inclusiva.

Come sottolineato anche dalla Ministra per le pari opportunità Bonetti “la parità di genere nei processi e nei luoghi lavorativi non è soltanto un tema di garanzia di diritti e, quindi, di giustizia, ma anche una scelta conveniente da un punto di vista strategico, perché permette di realizzare un modello di sviluppo davvero integrato e integrale. Più parità di genere vuol dire per un’azienda più valore, più crescita, più ricchezza: a maggior ragione, è fondamentale renderla misurabile”.

Sono previsti sgravi e agevolazioni per le realtà che si certificheranno secondo questo strumento di valutazione di conformità, tra questi, esonero dal versamento di alcuni contributi previdenziali, punteggi aggiuntivi nelle graduatorie per aiuti di stato e finanziamenti con fondi europei, nonchè altri vantaggi in ambito di bandi di gara e avvisi pubblici.

Il rilascio alle imprese della certificazione della parità di genere in conformità alla UNI/PdR 125:2022 viene effettuato da organismi accreditati.
ICIM Group si schiera per il riconoscimento della parità di genere e mette a disposizione delle imprese le competenze trasversali delle sue società così come l’esperienza e il know-how in ambito certificazione. Tra i servizi offerti, in ottica di accompagnamento del cliente:
– consulenza direzionale e definizione dei piani d’azione;
– percorsi formativi specifici di allineamento e implementazione organizzativa;
– verifica della conformità ai requisiti normativi;
– emissione della certificazione e abilitazione alla fruizione dei benefici fiscali.