L’intelligenza artificiale in fabbrica: una guida pratica a cura del World Manufacturing Forum

Secondo WMF, World Manufacturing Forum, gli ambiti di applicazione dell’Intelligenza Artificiale nel settore manifatturiero sono tre: digital supply network, factory shop floor e machine tools e, se si implementasse, sarebbe possibile ridurre tempi e costi della produzione, aumentandone la produttività. Marco Taisch, scientific chairman del WMF, ha stilato una guida pratica per imprenditori, plant manager, responsabili operation, automazione e produzione, professionisti del mondo delle macchine utensili, chief information office, chief technology offer e responsabili del purchasing.
Il World Manufacturing Forum ha studiato le possibili applicazioni che l’Intelligenza Artificiale ha e può avere sulla produzione senza dimenticare il considerevole impatto sul business. Si va dalla pianificazione della supply chain alla gestione automatizzata del magazzino, dall’energy management alle macchine utensili fino alla manutenzione predittiva. Il WMF le ha messe in evidenza nel report 2020 intitolato Il manifatturiero nell’era dell’intelligenza artificiale
Marco Taish, scientific chairman do WMF, ha dichiarato che «l’Intelligenza Artificiale è l’ultima delle tecnologie arrivate a maturazione, ed è talmente spinta come applicazione e potenzialità che non è ancora alla portata di tutti. Infatti ci sono tante imprese italiane, piccole e medie, che hanno ancora bisogno di completare quella transizione verso il 4.0, implementando altre tecnologie che sono più fondamentali dell’Intelligenza Artificiale, ma che risultano altrettanto determinanti per fare quel salto di produttività di cui le aziende hanno bisogno». Un utilizzo che, soprattutto nel caso delle PMI che costituiscono il tessuto economico del nostro Peaese, non ha ancora raggiunto il suo culmine.
L’impiego dell’Intelligenza Artificiale nell’industria porta, infatti, a diversi vantaggi, sia dal punto di vista organizzativo sia economico, tra cui: pianificazione della produzione, gestione ottimale del magazzino con conseguente miglioramento del comparto logistico, progettazione automatizzata, sviluppo di nuovi prodotti e servizi, efficientamento energetico. Senza contare che l’uso in ambito manifatturiero permette di avere un maggiore controllo dell’impianto tramite manutenzione preventiva e predittiva, con grande risparmio di tempo, risorse e costi.

«Innanzitutto – commenta Taisch – bisogna connettere le macchine tramite piattaforme di IoT. Quindi occorre creare dei sistemi di monitoraggio in tempo reale per poter visualizzare i dati prodotti a bordo macchina su un pc, su un tablet, su uno smartwatch: è questo il passaggio che oggi, credo, farebbe fare un salto quantico al sistema italiano. Perché, in questo modo il tecnico può intervenire in tempo reale conducendo il macchinario a quella produttività che diversamente è difficile da raggiungere».

Il secondo passo avviene quando le macchine vengono connesse, iniziando così a generare dati che devono poter essere immagazzinati, ad esempio in cloud, e successivamente analizzati. Questo permette, avendo le competenze necessarie, di fare diagnosi e capire che cosa è successo e come intervenire, per esempio, nel caso in cui una macchina si è fermata o perché è scesa la produttività.

«Nel caso delle skill il problema è duplice: da una parte occorre farsi installare questi sistemi da professionisti esterni all’azienda, ma dall’altra il problema è interno – evidenzia Taisch – Tutti questi dati che ho monitorato e immagazzinato come li uso? Sono in grado di esaminarli per aumentare la mia produttività? Per questo motivo gli imprenditori non devono investire solo in tecnologie, ma anche in formazione. Fortunatamente oggi il tema delle competenze, del reskilling e dell’upskilling del personale, è parte integrante delle strategie aziendali. Senza dimenticare che, al riguardo, ci sono benefici fiscali legati al Piano Transizione 4.0, che è in fase di discussione per il 2021 e che prevedono una serie di incentivi sulla formazione».

[Fonte INDUSTRIAITALIANA.IT]

23 marzo 2021