Intelligenza artificiale: in consultazione pubblica la strategia nazionale

C’è tempo fino al 13 Settembre per commentare in 300 caratteri la Strategia Nazionale per l’Intelligenza artificiale articolata in 9 punti dal Ministero dello Sviluppo Economico, sulla base del documento elaborato da un gruppo di 30 esperti. (https://www.mise.gov.it/index.php/it/strategia-intelligenza-artificiale/consultazione).

Su richiesta della Commissione Europea, infatti, ogni Stato membro, nel quadro del Piano Coordinato Europeo per l’Intelligenza Artificiale, è stato chiamato ad elaborare una propria strategia nazionale. E’ così che da Gennaio di questo anno è stato costituito presso il MiSE un gruppo di 30 esperti che lavora per la definizione dei nostri obiettivi strategici.

Al termine del periodo di consultazione pubblica, che finirà il 13 settembre 2019, l’Italia potrà ufficialmente varare il documento finale, che servirà a orientare le scelte di politica economica del Paese e a rappresentare la sua posizione nel consesso europeo.

L’Intelligenza Artificiale è ritenuta, dal Governo italiano e dall’Unione Europea, una delle tecnologie chiave per una nuova rivoluzione industriale guidata dalla transizione digitale. Per questo il primo dei 9 obiettivi strategici delineati è quello di incrementare gli investimenti, pubblici e privati, nell’IA e nelle tecnologie correlate. Segue l’obiettivo di potenziare l’ecosistema della ricerca e dell’innovazione nel campo dell’Intelligenza Artificiale e di sostenere, attraverso programmi di cofinanziamento e partnership pubblico-private, l’adozione delle tecnologie digitali basate sull’IA.

Primo dei sette settori coinvolti dalla Strategia è quello dell’industria e della manifattura con l’obiettivo di favorire la transizione digitale del tessuto produttivo italiano, stimolando la domanda e l’assunzione di personale qualificato e di esperti in I.A. e la nascita di nuove startup e PMI innovative in questo settore.

Ruolo centrale sarà quello dei Competence Center, dei 12 Cluster Tecnologici, tra cui quello dedicato alla Fabbrica Intelligente, e dei Digital Innovation Hub.

Per saperne di più entra nel Portale “INDUSTRIA 4.0 E IPERAMMORTAMENTO”, uno strumento unico a cura di ICIM, ANIMA ed UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE o scrivi a industry4.0@icim.it

6 settembre 2019