ICIM notificato a operare secondo il Regolamento n° 305/2011 (CPR)

A-02_CPRCon la pubblicazione della notifica sul sito della Commissione Europea NANDO, ICIM è stato abilitato a operare secondo il nuovo Regolamento UE n. 305/2011 (CPR),che sostituisce la Direttiva 89/106/CEE (CPD) per la marcatura CE dei prodotti da costruzione.
Il nuovo regolamento, conosciuto come CPR (Construction Product Regulation), stabilisce le disposizioni armonizzate per la descrizione della prestazione dei prodotti da costruzione in relazione alle loro caratteristiche essenziali e per l’uso della marcatura CE.
Due le novità inserite nel documento di legge europeo, la Dichiarazione delle Prestazioni (DoP) e il settimo requisito “Uso sostenibile delle risorse naturali”.
La Dichiarazione delle Prestazioni, che sostituirà la Dichiarazione di Conformità CE finora emessa dalle aziende a completamento della marcatura CE dei prodotti, è un documento che descrive la prestazione dei prodotti da costruzione in relazione alle caratteristiche essenziali di tali prodotti, conformemente alle pertinenti specifiche tecniche armonizzate (art. 6). Deve contenere la destinazione d’uso del prodotto, la prestazione e tutti gli elementi utili per la tracciabilità (commessa, lotto di produzione, ecc.).
Questa Dichiarazione dovrà accompagnare ciascun prodotto messo a disposizione sul mercato, e potrà essere fornita in forma cartace o elettronica. Il fabbricante apponendo la marcatura CE dichiara di assumersi la responsabilità della conformità del prodotto da costruzione alla dichiarazione di prestazione e della conformità ai requisiti stabiliti dal CPR.

Invece il settimo requisito “Uso sostenibile delle risorse naturali”, che richiede il riutilizzo o la riciclabilità delle opere di costruzione, dei loro materiali e delle loro parti dopo la demolizione, la durabilità delle stesse e l’uso di materie prime e secondarie ecologicamente compatibili, non sarà possibile applicarlo da subito in quanto non esistono ancora norme armonizzate che definiscono le caratteristiche di un prodotto da costruzione anche secondo questo requisito. Sono comunque in preparazione delle nuove norme armonizzate e sono in via di aggiornamento quelle già esistenti che permetteranno a breve di dichiarare le prestazioni di “sostenibilità” dei prodotti da costruzione.

Per tranquillizzare gli operatori economici del settore, tutti i Certificati CE e le Dichiarazioni CE di Conformità emessi fino al 30 giugno di quest’anno dagli Organismi Notificati secondo la CPD, manterranno il loro valore anche con la CPR fino a una eventuale modifica del prodotto, cosa che comporterà l’emissione da parte dell’Organismo Notificato del Certificato di Costanza delle Prestazioni o del Certificato di Controllo della Produzione di Fabbrica.

Per maggiori informazioni: Roberto Grassini (tel. 02 72534209 – e-mail: roberto.grassini@icim.it) e Stefano Gelmini (tel. 02 72534258 – e-mail: stefano.gelmini@icim.it)