ISCC Plus – Filiere alimentare, mangimistica, biochimica e bioenergia

Le organizzazioni hanno ormai come priorità la tematica ambientale e sociale, dimostrando una sempre maggiore sensibilità da parte della collettività rispetto a questi temi.
ICIM certifica le aziende che operano nelle filiere alimentari, mangimistiche, biochimiche e bioenergetiche, dimostrando concretamente che le aziende certificate pongono l’attenzione sui temi ambientali e sociali.
Spesso poi tali requisiti sono obbligatori, in altri casi pur non essendolo, si rivelano come condizione essenziale per competere sul mercato e per accedere ad agevolazioni economiche.
La Direttiva europea 2009/28/CE stabilisce obiettivi comunitari di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra. Il raggiungimento di tali obiettivi è dimostrabile tramite il rispetto di particolari requisiti di sostenibilità.
L’Europa, con il Pacchetto di Economia Circolare, definisce importanti obiettivi di incentivazione verso il riciclo e di messa in discarica supportando schemi di certificazione che incentivano il recupero e il riciclo dei materiali.
Il servizio è volto alla certificazione della sostenibilità dei prodotti delle seguenti filiere di produzione:

  • Packaging sostenibile (biobased o da riciclo)
  • Prodotti riciclati e biobased
  • Materie prime agricole e forestali
  • Residui di produzioni bio (agricole e forestali)
  • Rifiuti e residui industriali utilizzati per produzioni successive
  • Materie prime rinnovabili di origine non biologica
  • Sostenibilità delle filiere alimentari, mangimistiche, biochimiche e bioenergetiche.

ISCC PLUS fornisce alle aziende che scelgono di certificarsi la possibilità di applicare delle componenti aggiuntive volontarie (Add Ons).

ICIM è COOPERATING CERTIFICATION BODY, per la certificazione secondo lo schema ISCC Plus (ISCC System Gmbh: International Sustainability & Carbon Certification).