Fgas, pubblicato il nuovo decreto sanzionatorio

Entra in vigore il 17 gennaio 2020 il D. Lgs 5 dicembre 2019, n. 163 che definisce il regime sanzionatorio in caso di violazione di quanto previsto nel REG. CE 517/2014.
Il testo di legge è composto da 19 articoli che disciplinano gli importi sanzionatori per i produttori e gli importatori di gas nonché per le persone e le aziende che si occupano di installazione, manutenzione, riparazione, assistenza e smantellamento di apparecchiature contenti gas fluorurati.
In particolare, a questi ultimi sono dedicati 2 articoli.

All’Art. 6, il decreto definisce le sanzioni per i soggetti che non provvedano a registrare sulla Banca Dati fgas gli interventi eseguiti entro i termini previsti dalla legge.
Gli importi in caso di violazione vanno da 1.000 a 15.000 euro.

All’Art. 8 sono definite le sanzioni per personale e imprese che operano sulle apparecchiature senza la certificazione prevista per legge, nonché per le imprese che affidano le attività ricadenti sotto obbligo di legge a soggetti non certificati.
In tali casi le sanzioni vanno da 10.000 fino a 100.000 euro.

Relativamente a quanto previsto nell’ambito della produzione, importazione ed esportazione in territorio comunitario di gas fluorurati ad effetto serra (HFC) ed apparecchiature contenenti tali gas, il decreto agli Articoli dal 9 al 15, prevede sanzioni amministrative pecuniarie, nonché, in alcuni casi, pene detentive per la violazione degli obblighi previsti ai Capi III, IV e V del regolamento (UE) n. 517/2014.

L’attività di vigilanza e di accertamento è di competenza del M.A.T.T.M. che demanda per l’applicazione al Comando Carabinieri per la tutela dell’ambiente, all’ISPRA, alle ARPA competenti per territorio e alle AdD.

Decreto Legislativo 5 dicembre 2019, n. 163

15 gennaio 2020