Dichiarazione FGas 2015

condizionatoreGli operatori degli impianti fissi di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore, nonché dei sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra devono presentare entro il 31 maggio una dichiarazione contenente informazioni riguardanti la quantità delle emissioni in atmosfera di gas fluorurati relativi all’anno precedente sulla base dei dati contenuti nel relativo registro di impianto.

Ai fini della comunicazione della dichiarazione riferita all’anno 2014, da effettuare al Ministero dell’Ambiente tramite l’Ispra, sono disponibili le istruzioni per la compilazione della dichiarazione, insieme all’elenco aggiornato delle sostanze da considerare ai fini della dichiarazione.
A supporto della compilazione è inoltre disponibile l’elenco delle FAQ, aggiornato sulla base delle richieste pervenute in occasione degli esercizi precedenti.

Si precisa infine che l’entrata in vigore del nuovo Regolamento CE n.517/2014 non ha modificato struttura, criteri e contenuti della dichiarazione Fgas. Il valore soglia che permette di stabilire se una apparecchiatura fissa è inclusa nel campo di applicazione della dichiarazione resta quindi fissato a 3 kg di gas fluorurato ad effetto serra.

CHI
La dichiarazione dovrà essere presentata dall’operatore dell’apparecchiatura o dell’impianto identificato come il proprietario qualora non abbia delegato a una terza persona l’effettivo controllo inteso come:

  1. libero accesso all’impianto;
  2. controllo sul funzionamento e la gestione ordinari (ad esempio, prendere la decisione di accensione e spegnimento);
  3. il potere (compreso il potere finanziario) di decidere in merito a modifiche tecniche (ad esempio, la sostituzione di un componente, l’installazione di un sistema di rilevamento permanente delle perdite)..

Pertanto se il proprietario dell’apparecchiatura o dell’impianto ha delegato completamente ad una società esterna (tramite un contratto scritto) l’effettivo controllo dell’apparecchiatura o del sistema, la trasmissione dei dati contenuti nella dichiarazione deve essere fatta dalla società suddetta. In tutti gli altri casi l’operatore è il proprietario, ciò non toglie che il proprietario possa delegare (delega scritta) a Terzi la compilazione della dichiarazione (vedi “persona di riferimento”).

APPARECCHIATURE
L’obbligo di dichiarazione si applica alle seguenti apparecchiature fisse, contenenti 3 kg o più di gas fluorurati a effetto serra: impianti di refrigerazione; impianti di condizionamento di aria; pompe di calore; impianti di protezione antincendio.

MANUTENZIONI PERIODICHE
Inoltre, per garantire la corretta installazione, manutenzione o riparazione dell’apparecchiatura o dell’impianto devono essere eseguite da personale delle manutenzioni periodiche. Le scadenze previste sono le seguenti:

  1. almeno una volta all’anno per le applicazioni contenenti 3 kg o più di F-gas;
  2. almeno una volta ogni 6 mesi per applicazioni contenenti 30 o più kg di F-gas;
  3. almeno una volta ogni 3 mesi per applicazioni contenenti 300 o più kg di F-gas.

DICHIARAZIONE NON EFFETTUATA
Nel caso di mancata, incompleta o inesatta trasmissione delle informazioni sono previste sanzioni amministrative pecuniarie per un importo compreso tra 1.000,00 Euro e 10.000,00 Euro (art. 6, commi 3 e 4).

Vi ricordiamo inoltre che ICIM è organismo di terza parte accreditato per la certificazione sia delle persone sia delle aziende ricadenti nell’obbligo previsto dal DPR 43/2012.

Per richiedere maggiori informazioni o un preventivo di offerta potete inviare una mail ad aziendefgas@icim.it