Diagnosi Energetiche. Presentazione nuovo portale ENEA

Il D.Lgs. 102/2014 ha previsto per le grandi imprese e le imprese energivore l’obbligo di effettuare una diagnosi energetica presso i propri siti a partire da 5 dicembre 2015 e da ripetere ogni quattro anni. Il 5 dicembre 2019 è quindi una scadenza importante per migliaia di imprese che si troveranno a dover effettuare per la seconda volta una diagnosi energetica ed inviarla ad ENEA, a cui il D.Lgs. 102/2014 affida il compito di istituire, gestire e curare una banca dati alla quale dovranno essere inviati rapporti di diagnosi.

Il prossimo 11 luglio l’ENEA, presso la propria sede di Roma, presenta il nuovo portale, già in funzione dai primi giorni di luglio, sviluppato per agevolare e facilitare le procedure di invio delle diagnosi energetiche.

ICIM è oggi il principale riferimento italiano per i servizi di certificazione accreditati da ACCREDIA e rivolti al mercato dell’efficienza energetica, dell’uso razionale delle fonti tradizionali e delle energie rinnovabili essendo in grado di:

  • certificare i Sistemi di Gestione dell’Energia secondo la ISO 50001;
  • certificare le ESCo – Società che forniscono servizi energetici secondo la UNI CEI 11352;
  • certificare gli EGE – Esperti in Gestione dell’Energia secondo la UNI CEI 11339;
  • certificare gli auditor energetici;
  • effettuare Diagnosi Energetiche avvalendosi di EGE certificati;
  • calcolare i risparmi energetici conseguiti dalle aziende soggette all’obbligo di comunicazione ad ENEA.

Per maggiori informazioni: Edosardo Dossena (tel. 02 72534259, e-mail edoardo.dossena@icim.it)

04 luglio 2019