Diagnosi energetica: documentazione necessaria

Diagnosi energeticaENEA ha pubblicato un documento che riporta gli elementi per elaborare la documentazione necessaria al rispetto degli obblighi previsti nell’art. 8 del decreto legislativo 102/2014 in tema di diagnosi energetica.
Questa ulteriore pubblicazione ha un obbiettivo specifico, mirato all’applicazione del Decreto Legislativo 102/2014, che assegna all’ENEA un compito di monitoraggio delle diagnosi energetiche previste.
Per condurre in modo organizzato ed efficace le attività, ENEA ha ritenuto opportuno impostare una procedura per la conduzione della diagnosi che potesse:

  1. realizzare una uniformità di conduzione e di inserimento di dati da parte degli operatori;
  2. garantire alla diagnosi la richiesta conformità all’allegato 2 del decreto; prescrizione che risulta rispettata se la diagnosi è conforme ai criteri minimi contenuti nelle norme tecniche UNI CEI EN 16247, parti da 1 a 4;
  3. realizzare un più organico recepimento e trattamento dei dati da parte di ENEA.

La procedura proposta non è obbligatoria né vincolante, ciascun soggetto sarà libero di redigere il rapporto di diagnosi energetica seguendo i propri criteri e la propria metodologia. Tuttavia, a ciascuno sarà chiesto di compilare un foglio di calcolo riassuntivo secondo uno schema scaricabile dal sito ENEA  da allegare al rapporto di diagnosi energetica al momento in cui quest’ultimo verrà inviato secondo le procedure definite alla banca dati ENEA. Questo foglio di calcolo allegato dovrà contenere le  informazioni più significative derivanti dalla diagnosi energetica, permetterà efficaci analisi preliminari sul percorso attuativo delle attività connesse alle diagnosi energetiche che ricadono nell’ambito dell’art. 8 del decreto legislativo.

Ai fini del D.Lgs. 102/2014 la documentazione relativa alle diagnosi effettuate dovrà essere composta dai seguenti elaborati:

  1. Rapporto di diagnosi: file in formato pdf contenente tutte le informazioni raccolte sia in termini qualitativi che quantitativi, da caricare sul portale web ENEA dedicato alle Diagnosi Energetiche Obbligatorie. Tale rapporto rappresenta la documentazione che i soggetti obbligati all’effettuazione di diagnosi energetica sono obbligati ad inviare ad ENEA secondo quanto previsto nell’ambito dell’art. 8 del D.Lgs. 102/2014;
  2. File di riepilogo: compilazione del documento in formato Excel scaricabile dal portale web ENEA.

Documento: “Elementi su come elaborare la documentazione necessaria al rispetto degli obblighi previsti nell’art. 8 del decreto legislativo 102/2014 in tema di diagnosi energetica“.

ICIM, principale riferimento italiano per i servizi di certificazione accreditati da ACCREDIA e rivolti al mercato dell’efficienza energetica, dell’uso razionale delle fonti tradizionali e delle energie rinnovabili, è in grado di:

  1. certificare i Sistemi di Gestione dell’Energia secondo la ISO 50001;
  2. certificare le ESCo – Società che forniscono servizi energetici secondo la UNI CEI 11352;
  3. certificare gli EGE – Esperti in Gestione dell’Energia secondo la UNI CEI 11339;
  4. effettuare diagnosi energetiche avvalendosi di EGE certificati.

Per maggiori informazioni: Edoardo Dossena (tel. 02 72534259 – e-mail edoardo.dossena@icim.it)