Consegnato a 29.BI-MU/SFORTEC il certificato di evento sostenibile da parte di ICIM

BI-MUÈ stato consegnato ieri sera a Luigi Galdabini, presidente di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, il certificato di evento sostenibile per 29.BI-MU/SFORTEC emesso da ICIM secondo la norma 20121. La biennale della macchina utensile, robotica e automazione – in scena a fieramilano fino al 4 ottobre su 90.000 metri quadrati di superficie complessiva per 1.060 imprese – è una delle pochissime rassegne in Italia a essersi sottoposte alla valutazione che, secondo i principi della sostenibilità, impone all’organizzatore di operare minimizzando l’impatto sull’ambiente e sulla comunità.

La certificazione rilasciata da ICIM secondo la norma internazione ISO 20121 relativa ai “Sistemi di Gestione per la Sostenibilità degli Eventi” attesta che, in tutte le fasi di organizzazione e gestione di 29.BI-MU/SFORTEC – dalla progettazione alla realizzazione, fino alla scelta dei fornitori e alle attività post evento pianificate – sono stati applicati i requisiti dettati dalla normativa, sia nel pieno rispetto della responsabilità sociale che della salvaguardia ambientale.

Consapevole dell’impatto che tutti i processi di lavorazione effettuati dalle macchine utensili hanno sull’ambiente, infatti, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, opera da tempo per sensibilizzare le imprese associate sul tema della produzione sostenibile, diffondendo la cultura della Blue Philosophy, segno della più qualificata produzione italiana di macchine utensili. Le imprese concessionarie del marchio Blue Philosophy, tutte associate a UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, realizzano macchine utensili che permettono all’utilizzatore di sfruttare razionalmente le risorse, minimizzando l’uso di energia, materie prime e mezzi.

In particolare, la riduzione dell’impatto ambientale nell’organizzazione di 29.BI-MU/SFORTEC si è concretizzata principalmente nell’investimento in nuove tecnologie e nelle applicazioni web che hanno in parte sostituito i servizi prima supportati da materiale cartaceo – domande di ammissione e registrazioni online, un’app per il catalogo e il nuovo Smart catalog che durerà fino alla prossima edizione di BI-MU – e nella promozione dell’utilizzo dei trasporti a basso impatto ambientale; in particolare è stata attivata la fermata della linea ferroviaria che faciliterà gli spostamenti di medio raggio (sulle linee di Roma (AV) e Venezia).
In tema di sostenibilità economica, l’organizzatore si è dotato di un sistema di controllo di gestione particolarmente efficiente che ha permesso la verifica dei costi a partire dalla fase di progettazione dell’evento e delle iniziative ad esso collegate.
Infine, 29.BI-MU/SFORTEC è stata certificata quale evento sostenibile anche in ragione delle iniziative volte a sostenere e facilitare la crescita e lo sviluppo economico e culturale dei pubblici coinvolti: le imprese, gli operatori, gli studenti. Per le imprese un programma articolato di incontri con qualificati operatori stranieri, invitati da UCIMU e ICE a visitare la manifestazione; per i giovani alla ricerca di aggiornamento e di un posto di lavoro è stato invece implementato PIANETA GIOVANI, uno spazio dedicato alla formazione permanente.