“Industry 4.0 ready”. Accordo tra PROBEST Service e ICIM SpA

Le imprese impegnate in soluzioni per l’interconnessione del “sistema fabbrica” possono far valutare la rispondenza dei propri prodotti ai requisiti richiesti dal Piano Transizione 4.0.

Al via l’accordo siglato da PROBEST Service SpA (società di servizi di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE) con ICIM SpA, Ente di Certificazione di terza parte (controllato da ICIM GROUP) dedicato alla valutazione dei requisiti del nuovo Piano Transizione 4.0.

L’accordo rispecchia l’esigenza espressa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE di dare evidenza e risalto a quelle imprese che realizzano beni funzionali alla trasformazione digitale dell’industria rispettando i criteri indicati dal Piano Transizione 4.0 per l’ottenimento delle agevolazioni fiscali.

La valutazione tecnica di rispondenza “INDUSTRY 4.0 READY” può essere richiesta dalle imprese per le loro famiglie di macchine utensili, robot o tipologie di soluzioni, a monte dell’interconnessione al sistema di fabbrica del cliente.

Il vantaggio di questo documento per produttori e fornitori di beni è quello di comunicare correttamente al mercato la validità del proprio prodotto per rispondere ai requisiti del Piano Transizione 4.0. Si tratta, a tutti gli effetti, di uno strumento di marketing, che consente di accrescere la competitività sul mercato ed ampliare il bacino d’utenza della propria impresa.

La Valutazione Tecnica prevede una verifica documentale e l’esame del prodotto presso lo stabilimento del fornitore al fine di controllare l’effettiva rispondenza ai requisiti.

Le imprese che otterranno una valutazione positiva potranno dimostrare che i propri prodotti sono consoni all’ottenimento degli incentivi fiscali previsti da Piano Industria 4.0, a condizione che detti prodotti siano successivamente interconnessi secondo quanto previsto dalla legge in vigore.

5 maggio 2021