Appalti verdi per la PA e certificazioni ambientali

Appalti verdi per la PA e certificazioni ambientaliIl nuovo Codice Appalti (Decreto Legislativo n.50), pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 Aprile 2016, prevede l’integrazione tra criteri ambientali e acquisto di beni e servizi da parte della Pubblica Amministrazione e introduce importanti novità.
Tra queste, l’Articolo 34 dal titolo significativo di ‘Criteri di Sostenibilità Energetica e Ambientale’ prevede, per chi appalta, l’obbligo di richiedere Criteri Ambientali Minimi (CAM) nella selezione dei fornitori (Appalti o Acquisti Verdi) in modo da incidere sull’ambiente con il minor impatto possibile.
A fronte di questo requisito, le aziende alle quali vengono richiesti servizi di progettazione, lavori per nuove costruzioni, ristrutturazione, manutenzione di edifici e lavori di gestione dei cantieri della Pubblica Amministrazione dovranno rispettare i Criteri Ambientali Minimi (CAM).
La richiesta del rispetto dei criteri obbligatori riguarderà il 100% degli appalti della Pubblica Amministrazione.
Già dalla fase di selezione ai candidati sarà richiesto di dimostrare di essere in possesso di Certificazione Ambientale – EMAS, ISO 14001 o sistemi di gestione equivalenti.
Inoltre, per il criterio della valutazione economica più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo sono presi in esame criteri oggettivi quali gli aspetti qualitativi, ambientali e sociali con riferimento alle norme OHSAS 18001, ISO 14001 (Cfr Art. 87 93 95 96).

ICIM, leader nelle certificazioni dei sistemi di qualità, ambiente e sicurezza, affianca le aziende che intendono godere di un vantaggio competitivo importante per l’aggiudicazione degli Acquisti Verdi della Pubblica Amministrazione.

Per conoscere i nostri servizi di certificazione ambientale ed altri servizi correlati

  1. EMAS, clicca qui
  2. ISO 14001, clicca qui
  3. Gap Analisys nuove revisioni 14001 e 9001, clicca qui
  4. OHSAS 18001, clicca qui