22 marzo 2015: Giornata mondiale dell’acqua

World Water DayAcqua e Sviluppo Sostenibile è il tema della Giornata Mondiale dell’acqua 2015 (World Water Day), istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, che si propone di richiamare l’attenzione sulle connessioni ed interdipendenze tra l’accesso all’acqua e ogni modello di sviluppo. Per dare forma al futuro è necessario guardare al modo in cui l’acqua e le risorse che essa fornisce influenzano aspetti che vanno dal cibo alla salute, dall’industria all’energia.

Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitate alla promozione dell’acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi.
Con la coordinazione del dipartimento degli affari sociali e economici dell’ONU, il giorno internazionale dell’acqua 2005 determinò l’inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata all’azione per l’acqua. Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato il giorno internazionale per l’acqua come un momento per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

L’edizione 2015 della Giornata Mondiale dell’Acqua vuole parlare anche di parità di genere, perché nelle nazioni in via di sviluppo la responsabilità per la raccolta giornaliera dell’acqua ricade sulle donne e le ragazze. In media, le donne di queste regioni spendono un quarto della loro giornata nella raccolta di acqua per le loro famiglie, togliendo così tempo alla scuola, alla cura della famiglia o ad un lavoro che permetterebbe loro di percepire un reddito.

Quest’anno, inoltre, ricorre anche il ‘World Water Forum’, che si terrà a Daegu-Gyeongbuk in Corea del Sud. Questo incontro viene organizzato, ogni tre anni a partire dal 1997, dal World Water Council, organismo non governativo internazionale creato nel 1996 come piattaforma degli organismi internazionali e specialisti nel settore dell’acqua. Scopo del forum è raccogliere contributi e dibattere intorno agli attuali problemi locali, regionali e globali, che non possono essere risolti senza un accordo che preveda obiettivi e strategie comuni. L’ultimo si era svolto nel 2012 a Marsiglia e vi avevano preso parte oltre 140 delegazioni ministeriali e più di 180 paesi rappresentati, tra cui l’Italia.

Diverse le iniziative organizzate in Italia per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione dell’acqua, tra cui “Aquae Venezia 2015”, una grande manifestazione internazionale dedicata interamente all’acqua organizzata in concomitanza con l’Expo a Milano. Tra i diversi partner di Aquae Venezia ci sarà anche lo UN – World Water Assessment Programme, il programma UNESCO per lo studio delle tematiche globali legate all’acqua. Interessante l’appuntamento per il 22-23 maggio 2015 quando, all’interno della manifestazione veneziana, saranno discussi i risultati del “Rapporto sullo Sviluppo delle Risorse Idriche Mondiali”.