Toscana, avviato il fondo che garantisce i prestiti per rinnovabili ed efficienza

rinnovabiliCon Decreto Dirigenziale n. 1004 dell’11 marzo 2014, la Regione Toscana ha finalmente dato il via libera al fondo di garanzia per interventi di riqualificazione energetica e installazione di impianti a fonti rinnovabili.

Le garanzie sono concesse, a valere sul “Fondo di garanzia per energie rinnovabili (Lr n. 66/2011), su finanziamenti/operazioni di leasing e prestiti partecipativi ai soggetti beneficiari per investimenti finalizzati alla riqualificazione energetica degli edifici ed ai progetti di installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili da realizzare, anche previa rimozione di elementi in cemento amianto dalle coperture degli edifici, su edifici pubblici e privati, capannoni industriali, aree a terra pubbliche o private situati nel territorio regionale.

Possono presentare la richiesta di garanzia:

  1. le piccole e medie imprese (PMI)
  2. gli enti locali;
  3. le aziende sanitarie ed ospedaliere;
  4. le associazioni che svolgono attività assistenziali, culturali e ricreative;
  5. le associazioni e società sportive dilettantistiche;
  6. le persone fisiche.

Sono ammissibili gli investimenti realizzati in Toscana – per spese ancora da effettuare alla data di presentazione della richiesta di garanzia – per:

  1. impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria;
  2. impianti solari fotovoltaici da connettere alla rete di trasmissione elettrica, di potenza di picco compresa tra 1 kW e 100 kW;
  3. impianti eolici fino a 100 kW;
  4. impianti di riscaldamento, cogenerazione e trigenerazione a biomassa di potenza nominale non superiore a 1000 kW termici e 350 kW elettrici, solo se alimentati da biomasse da filiera corta;
  5. impianti mini-idroelettrici fino a 100 kW;
  6. impianti per l’utilizzo diretto del calore geotermico mediante pompe di calore anche senza prelievo di fluido;
  7. impianti di illuminazione pubblica che utilizzano tecnologie ad alta efficienza, lampade a risparmio energetico, sistemi di alimentazione elettronica con tele controllo e telegestione o lampioni fotovoltaici;
  8. impianti centralizzati anche di tipo cogenerativo alimentati a gas naturale fino a 500 kW termici e 250 kW elettrici;
  9. impianti e reti di teleriscaldamento a servizio di utenze pubbliche e private;
  10. coibentazioni ed interventi di riduzione dei consumi energetici ed installazione di uno degli impianti di cui ai punti precedenti.

La garanzia è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% dell’importo di ciascun finanziamento. Nei limiti di tale importo, la garanzia rilasciata copre fino all’60% dell’ammontare dell’esposizione – per capitale e interessi contrattuali e di mora – del soggetto finanziatore nei confronti del soggetto beneficiario, calcolato al sessantesimo giorno successivo alla data di intimazione di pagamento.
La dotazione finanziaria complessiva del Fondo ammonta a € 2.800.000. Le richieste di garanzia sono presentate dai soggetti beneficiari al Gestore online tramite il portale Toscanamuove, a partire dal trentesimo giorno successivo all’approvazione del presente bando e per i successivi 15 giorni.