Ulteriore proroga, di due mesi, dei termini per la consegna di beni strumentali funzionali ai processi di digitalizzazione del piano Industria 4.0: dal 31 luglio al 30 settembre 2018. La Camera dei Deputati, infatti, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, della legge di conversione del decreto n. 91/2017 recante disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno.
Per poter beneficiare dell’agevolazione al 250% rimane invariato l’obbligo di conferma e sottoscrizione dell’ordine del bene Industria 4.0 entro il 2017 e del pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro il 31 dicembre 2017.

Nell’ambito di Industry 4.0 ICIM supporta le aziende con una gamma di servizi che vanno dall’attestazione dei requisiti per l’accesso ai benefici fiscali dell’iperammortamento, obbligatori per gli investimenti superiori a €500.000 per singolo bene e facoltativi per quelli di importo inferiore, a servizi quali la sicurezza informatica, la business continuity, l’asset management o la sicurezza delle interfacce innovative uomo-macchina.

Per maggiori informazioni: scrivi a industry4.0@icim.it

2 agosto 2017