È stata firmata venerdì 21 luglio la convenzioneIndustria 4.0 e iperammortamento” tra le associazioni industriali di Brescia, Cremona e Mantova e ICIM, ANIMA e UCIMU per fornire alle imprese associate condizioni agevolate sui servizi Industria 4.0 forniti dall’ente di certificazione, tra questi l’attestazione di conformità, la verifica tecnica per una corretta applicazione dell’iperammortamento e il supporto tecnico di pianificazione degli investimenti (tutti servizi illustrati nel portale omonimo “Industria 4.0 e iperammortamento” che fornisce alle imprese, di qualsiasi settore e dimensione, tutti gli elementi per potersi informare sulle opportunità e gli adempimenti previsti dal Piano, richiedere preventivi e porre domande (anche sul proprio caso specifico, in totale privacy).

La convenzione “Industria 4.0 e iperammortamento” è stata siglata dal Presidente di Associazione Industriali della Provincia di Cremona, Umberto Cabini, dal Presidente di Confindustria Mantova, Alberto Marenghi, dal Vice Presidente di Associazione Industriale Bresciana, Angelo Baronchelli, dal Vice Presidente di Anima, Pietro Almici, dal Direttore Generale di Ucimu, Alfredo Mariotti, e dall’Amministratore Delegato di ICIM S.p.A., Gaetano Trizio.

Contestualmente è stato siglato l’atto costitutivo di InnexHub – una realtà che nasce dallo sforzo congiunto di Associazione Industriale Bresciana, Associazione Industriali della Provincia di Cremona, Confindustria Mantova, Associazione Artigiani di Brescia e Provincia, Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale e in coordinamento con il Digital Innovation Hub lombardo – con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento sul territorio della Lombardia Orientale per tutti i temi afferenti all’industria 4.0.
Obiettivo principale di InnexHub è far conoscere alle imprese le opportunità della trasformazione digitale, accompagnandole nel percorso che dovranno affrontare per ridisegnare le proprie catene del valore.
Parte essenziale di questo ecosistema dell’innovazione saranno i Competence Center, l’hardware tecnologico alla base del sistema: Università degli Studi di Brescia, Università Cattolica di Piacenza (distaccamento di Cremona), Politecnico di Milano e distaccamenti di Cremona e polo territoriale di Mantova che affiancheranno le imprese supportandole nella simulazione, sperimentazione e collaudo delle tecnologie digitali all’interno di progetti di ricerca applicata. Altri poli tecnologici di eccellenza verranno coinvolti nel progetto, per aumentarne il valore aggiunto per le imprese, quali ad esempio ISFOR e CSMT.
Dopo le numerose iniziative formative già messe in campo – corsi di perfezionamento (sviluppati insieme a ISFOR e all’Università degli Studi di Brescia: “Verso la manifattura 4.0”) e una serie di percorsi di alfabetizzazione – è previsto per l’autunno anche un nuovo master in management per le imprese innovative che tratterà molti temi legati all’Industria 4.0.

Per maggiori informazioni: industry4.0@icim.it

28 luglio 2017