Slitta dal 30 giugno al 31 luglio 2018 il termine per la consegna dei beni funzionali alla digitalizzazione dei processi produttivi previsto dal Piano Industria 4.0. Questo è quanto stabilito dal DECRETO-LEGGE 20 giugno 2017, n. 91 “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno“, approvato dal Consiglio dei Ministri in data 9 giugno 2017. Per effetto della prima misura il termine di consegna dei beni in iperammortamento, originariamente previsto per il 30 Giugno 2018, è stato differito al 31 luglio 2018, fermo restando che sono in corso approfondimenti tecnici per verificare la possibilità di reperire ulteriori risorse idonee a consentire una proroga trimestrale o semestrale.
Per poter beneficiare dell’agevolazione al 250% rimane invariato l’obbligo di conferma e sottoscrizione dell’ordine del bene Industria 4.0 entro il 2017 e del pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro il 31 dicembre 2017.

Nell’ambito di Industry 4.0 ICIM supporta le aziende con una gamma di servizi che vanno dall’attestazione dei requisiti per l’accesso ai benefici fiscali dell’iperammortamento, obbligatori per gli investimenti superiori a €500.000 per singolo bene e facoltativi per quelli di importo inferiore, a servizi quali la sicurezza informatica, la business continuity, l’asset management o la sicurezza delle interfacce innovative uomo-macchina.

Per maggiori informazioni: scrivi a industry4.0@icim.it

23 giugno 2017