Una gestione sostenibile dei rifiuti per accrescere produttività e occupazione

Una gestione sostenibile dei rifiuti per accrescere produttività e occupazione

Nonostante il conclamato impegno a favore di un’Europa più efficiente sotto il profilo delle risorse, secondo la Commissione vari Stati membri procedono assai lentamente nella gestione dei rifiuti e nell’applicazione della legislazione in materia e sono ancora numerosi quelli che ricorrono troppo allo smaltimento nelle discariche, anche se mediamente in tutta l’UE sono stati raggiunti … Continua
Una strategia globale per l’Europa delle università

Una strategia globale per l’Europa delle università

Entro il 2030, tra poco più di quindici anni, gli studenti iscritti alle varie Università del Pianeta potranno triplicare, passando dagli attuali 130 milioni (100 a inizio secolo) a 400 milioni. Su otto miliardi, quanti saremo a quell’epoca, sarebbero pari al 5% della popolazione. Sono numeri che fanno pensare, ma ciò che più impressiona, oltre … Continua
Una strategia per bloccare il degrado

Una strategia per bloccare il degrado

Con il Pil di­minuito di oltre 1’8% negli ultimi sei anni, la pro­duzione industriale inferiore di un quarto, una perdita di 1,4 milioni di unità di lavoro, 70 mila imprese manifatturiere chiuse nello stesso periodo e consumi tornati ai livelli del 1997, la questione cruciale è come arginare la grave erosione che sta subendo la … Continua
Una strategia industriale per riprendere la crescita

Una strategia industriale per riprendere la crescita

Nell’ultimo discorso sull’economia il Presidente Barack Obama ha invocato una drastica semplificazione del fisco societario per promuovere le produzioni nazionali senza gravare sul bilancio pubblico. È un’ulteriore tappa nel percorso che gli Usa hanno imboccato da tempo e con grande determinazione per rilanciare il settore manifatturiero, considerato strategico per la crescita e l’occupazione, in ciò … Continua
La rivoluzione degli scisti

La rivoluzione degli scisti

La crescente rilevanza della produzione di olio e gas da scisti (shale oil e shale gas) pone la necessità di comprendere e misurare nei loro effetti le conseguenze dei tanti aspetti connessi a questa rivoluzione tecnologica, non solo energetici, ma anche economici, ambientali, politici e sociali. Ed è facile prevedere che non interesseranno solo l’economia, … Continua
La cultura della responsabilità e della sostenibilità per riprendere il cammino

La cultura della responsabilità e della sostenibilità per riprendere il cammino

Dalla prima all’ultima quante saranno le fasi della crisi? Tre, quattro, cinque: finanziaria, economica, sociale, quella della sostenibilità e quella ancor più temibile delle istituzioni? Da tempo, infatti, è del tutto evidente che il percorso imboccato è un cammino perverso, che potrebbe condurre al collasso, come preconizzato oltre quarant’anni fa dal Club di Roma nel … Continua
La via difficile dell’energia

La via difficile dell’energia

Mario Silvestri1, antesignano degli insegnamenti di energetica e fondatore dell’impiantistica nucleare in Italia, alla fine del 1988, concludendo una delle sue ultime fatiche, “il Futuro dell’Energia”2, scriveva: “Agli estensori del PEN (Piano Energetico Nazionale – ndr) va però dato atto che si trovavano davanti a un problema più difficile della quadratura del cerchio. Non solo … Continua
Formazione e ricerca una priorità per la legislatura

Formazione e ricerca una priorità per la legislatura

Il 2012 si è chiuso in Europa con 48 milioni di disoccupati, mentre si stima che nel 2020 mancherà nel Mondo un numero equivalente di lavoratori altamente qualificati in grado di gestire la rivoluzione produttiva e tecnologica che stiamo attraversando. In Italia nello scorso anno si sono persi 278 mila posti di lavoro e ciò … Continua
La cultura d’impresa per rilanciare l’economia. Un’alleanza tra formazione e ricerca per superare la crisi

La cultura d’impresa per rilanciare l’economia. Un’alleanza tra formazione e ricerca per superare la crisi

Secondo le prime stime nell’anno appena trascorso il manifatturiero italiano ha nuovamente realizzato, pur tra molte difficoltà, un attivo nell’export secondo solo a quello della Germania. È un risultato vitale per la nostra economia e l’equilibrio della bilancia commerciale, se si considera che nel 2011  la sola valuta proveniente dai  settori della meccanica non elettronica, … Continua
La priorità della formazione tecnica. Una sfida al limite del possibile

La priorità della formazione tecnica. Una sfida al limite del possibile

Secondo le ultime proiezioni nel prossimo triennio il traffico mobile di dati a livello globale aumenterà del 26% all’anno ed entro la fine del 2015 oltre 7 miliardi di telefoni cellulari, tablet, computer e altri dispositivi mobili saranno collegati a internet. È solo una tappa del percorso esponenziale di crescita del numero delle connessioni, stimato … Continua