Formazione tecnica. la grande sfida per l’Italia 4.0

Formazione tecnica. la grande sfida per l’Italia 4.0

Sei anni fa, con un ampio e documentato intervento1, Umberto Ruggiero, emerito e già rettore del Politecnico di Bari, di nuovo rammentava, come altri protagonisti del mondo accademico, la necessità di far leva, per crescere e competere, sulla formazione tecnica intermedia di alto livello professionale, unitamente alle più impegnative lauree, specialmente quella di ingegneria. Ancora … Continua
Il mondo e l’Italia alla prova dell’energia

Il mondo e l’Italia alla prova dell’energia

Secondo l’Aie, l’Agenzia internazionale dell’energia, la maggioranza del fabbisogno mondiale di energia primaria è tuttora coperto per l’85,5% dalle risorse fossili: per 1/3 il petrolio, per 1/4 il carbone e per 1/5 il gas. Più precisamente, i dati del 2016 dicono che il consumo mondiale è stato di 13,3 GTep, con un incremento dell’1,8% rispetto … Continua
Quel rapporto tra uomo e tecnica che ipoteca il futuro

Quel rapporto tra uomo e tecnica che ipoteca il futuro

Gli ultimi dati della Commissione europea dicono che dal picco della crisi del 2013 il numero dei giovani disoccupati è diminuito di quasi due milioni di unità e quello dei giovani che non studiano, non frequentano corsi di formazione e non lavorano di un milione di unità. Nel complesso i lavoratori superano ora i 234 … Continua
Quel confine indeterminato che delimita la crescita

Quel confine indeterminato che delimita la crescita

C’è chi dice che il progresso del sapere tecnico ha assunto un andamento esponenziale tale per cui l’insieme delle conoscenze si duplicherà entro vent’anni e i successivi raddoppi potranno avvenire in manciate di mesi. Altri ritengono che già ora stia raddoppiandosi ogni 5-7 anni, che nel 2020 si duplicherà in meno di 100 giorni e … Continua
Una politica coerente e  mirata per guidare la transizione energetica

Una politica coerente e mirata per guidare la transizione energetica

Nonostante il cambiamento di rotta del nuovo piano energetico USA “An America first energy plan”, che punta allo sfruttamento dei giacimenti di carbone e di shale oil e gas  nazionali per potenziare il grado di autonomia e ridurre i costi energetici, il resto del mondo mostra di credere ancora nella necessità di  incrementare lo sviluppo … Continua
La via stretta della crescita e la tentazione della scorciatoia

La via stretta della crescita e la tentazione della scorciatoia

A poco più di un anno, l’impegno assunto dall’Onu di lavorare insieme per un mondo più verde, inclusivo e pacifico, che promuova lo sviluppo sociale ed elimini la povertà con i nuovi target al 2030, è per ora  solo nelle parole. Nei fatti, crescenti incertezze politiche ed economiche stanno generando nuove forme di protezionismo, perché … Continua
Il valore che conta per guidare la transizione

Il valore che conta per guidare la transizione

Riuscirà la cultura a stare al passo del sapere tecnico che potrà raddoppiare nei prossimi vent’anni? Si direbbe di no, perché la sedimentazione delle conoscenze avviene metabolizzando l’informazione in termini diversi da quanto comunemente si crede. Il motore che fa progredire conoscenza e coscienza non è, infatti, l’informazione, tanto  più quella tecnica, intesa come insieme … Continua
Attese e promesse dell’efficienza energetica degli edifici

Attese e promesse dell’efficienza energetica degli edifici

Intervista al Presidente AssoICIM prof. Pierangelo Andreini La normativa, regolamentare e tecnica, che attua in Italia la direttiva 2002/91 CE sull’efficienza energetica degli edifici, sta innovando profondamente le modalità costruttive degli edifici e dei connessi impianti di climatizzazione. In particolare, l’introduzione della certificazione energetica sta determinando nuove condizioni di mercato e ha posto le premesse … Continua
Qualità per competere. La guida dell’ISO per affrontare la crisi

Qualità per competere. La guida dell’ISO per affrontare la crisi

Da un decennio, contestualmente con la pubblicazione della terza edizione della norma ISO 9001 sui requisiti dei sistemi di gestione delle imprese, la coeva ISO 9004 reca gli indirizzi per il miglioramento delle prestazioni delle imprese e una nuova visione della qualità, che ha segnato il passaggio all’area competitiva del valore aggiunto per il cliente … Continua
La cultura della qualità per un’innovazione sostenibile. La mission di AssoICIM

La cultura della qualità per un’innovazione sostenibile. La mission di AssoICIM

Le preoccupazioni per il futuro climatico del Pianeta, diversamente condivise dalla scienza e dalla politica, stanno avendo l’indubbio effetto di dare un poderoso colpo di acceleratore al percorso della sostenibilità. Lo testimoniano le crescenti risorse investite nella preservazione dell’ecosistema, tese ad attuare tutte le soluzioni possibili per affrontare la “questione” dell’energia e dell’ambiente che penalizza … Continua
Crisi: informazione e qualità per accrescere la fiducia e riprendere lo sviluppo 

Crisi: informazione e qualità per accrescere la fiducia e riprendere lo sviluppo 

L’informazione scientifica e tecnica è stata da sempre un fattore essenziale dello sviluppo economico e la sua codificazione, espressa dalla normazione volontaria e dalla connessa attestazione delle caratteristiche di prodotti, processi e servizi è un asset determinante per crescere e competere in un mercato globale. Ora, tuttavia, questo ruolo cruciale e il progresso stesso delle … Continua
Il ruolo strategico degli ingegneri per il progresso del paese

Il ruolo strategico degli ingegneri per il progresso del paese

Il 56° Congresso nazionale degli Ordini ha recentemente discusso a Bari, dal 7 al 9 Settembre, un tema di vitale importanza per gli ingegneri e il Paese: “Ingegneria nel futuro dell’Italia. Energia, infrastrutture, innovazione tecnologica”. Un ambito che gli organizzatori ritengono giustamente primario, nel quale l’impegno, la professionalità e le competenze della Categoria sono essenziali … Continua
Prospettive di metà secolo. Ci salverà la nostra cultura?

Prospettive di metà secolo. Ci salverà la nostra cultura?

Si raggiungerà l’agognata sostenibilità entro il 2050, ovvero in quattro decadi da oggi, quando l’umanità avrà raggiunto il suo asintoto demografico e forse il suo “picco” di 9,2 miliardi? Vari osservatori lo ritengono possibile, in particolare per quella energetica, perché il potenziale di sviluppo delle singole fonti e quello delle relative tecnologie di produzione e … Continua
La priorità della formazione tecnica. Una sfida al limite del possibile

La priorità della formazione tecnica. Una sfida al limite del possibile

Secondo le ultime proiezioni nel prossimo triennio il traffico mobile di dati a livello globale aumenterà del 26% all’anno ed entro la fine del 2015 oltre 7 miliardi di telefoni cellulari, tablet, computer e altri dispositivi mobili saranno collegati a internet. È solo una tappa del percorso esponenziale di crescita del numero delle connessioni, stimato … Continua
Un nuovo percorso di crescita per l’Europa e l’Italia

Un nuovo percorso di crescita per l’Europa e l’Italia

Mentre un’economia da settantamila miliardi di dollari e sette miliardi di individui sottopongono l’ecosistema del mondo ad una pressione senza precedenti, ancora ci si interroga su come riprendere la crescita e la crisi impone ai paesi più indebitati, come l’Italia, il rischioso palliativo dell’austerità. Eppure le cose da fare sembrerebbero evidenti, se la stessa congiuntura … Continua
L’Europa punta sul digitale per stimolare la crescita

L’Europa punta sul digitale per stimolare la crescita

Agli inizi di ottobre la Commissione europea ha presentato una nuova strategia per stimolare la produttività delle imprese e della pubblica amministrazione europee attraverso la, così detta, nuvola informatica (cloud computing). È un piano circostanziato, un’ “agenda digitale” che si propone di sfruttare al meglio il potenziale del patrimonio di conoscenze tecniche accessibili o da … Continua
I tecnici nella battaglia globale per la sostenibilità, l’occupazione e la crescita

I tecnici nella battaglia globale per la sostenibilità, l’occupazione e la crescita

Nell’attuale contesto economico, privo di liquidità adeguata a risolvere gli angoscianti problemi dell’euro, dello spread e della speculazione finanziaria, la questione di fondo è se il Sistema Paese è in grado di rendere disponibili nuove risorse e progetti per superare la crisi e riprendere lo sviluppo. E ciò ripartendo da settori tradizionalmente solidi, come il … Continua
Le armi vincenti per un futuro sostenibile. Più ricerca e formazione per una nuova prosperità

Le armi vincenti per un futuro sostenibile. Più ricerca e formazione per una nuova prosperità

C’è un blocco culturale all’origine di quello economico? Sembrerebbe di si. Ma, frastornati dall’accelerazione del progresso tecnologico, primo motore del cambiamento di un mondo che sta mutando con incredibile velocità, è difficile alzare lo sguardo per decifrare lo spirito del tempo. Tuttavia, sforzandosi di vedere oltre la cortina dell’attuale congiuntura, si possono scorgere i tratti … Continua
Oltre la crisi – vizi e virtù per superare lo scoglio. Da “Corrispondenza Verde” alla Soft Economy

Oltre la crisi – vizi e virtù per superare lo scoglio. Da “Corrispondenza Verde” alla Soft Economy

24 lustri sono un periodo di tempo lungo, tanto che c’è chi dice che nel secolo scorso il progresso del sapere è stato pari a tutto il precedente e che quello attuale sarà poca cosa rispetto a ciò che prospettano i prossimi decenni. Ma i comportamenti sono più lunghi a modificarsi, i più radicati appaiono … Continua
Decarbonizzare l’economia. Roadmap 2050 dell’UE

Decarbonizzare l’economia. Roadmap 2050 dell’UE

Il benessere, la competitività industriale e il funzionamento complessivo della società  richiedono un approvvigionamento dell’ energia sicuro, sostenibile ed economico e le infrastrutture che soddisfino  tali requisiti di qui al 2050, devono essere progettate e costruite adesso, in sinergia con i prevedibili modelli di urbanizzazione che saranno realizzati nei prossimi anni. Il futuro dell’energia e … Continua
Crisi: leggere il cambiamento per superare l’impasse

Crisi: leggere il cambiamento per superare l’impasse

L’anno da poco iniziato segna, certamente, un passaggio molto difficile, specie per l’Italia, tuttavia i momenti di crisi si sono dimostrati spesso importanti occasioni di apprendimento e, dunque, di positivi cambiamenti. Le crisi accelerano i processi di mutazione e promuovono profonde innovazioni, non solo tecniche, ma anche culturali e, pertanto, economiche, sociali e politiche. E … Continua
Una gestione sostenibile dei rifiuti per accrescere produttività e occupazione

Una gestione sostenibile dei rifiuti per accrescere produttività e occupazione

Nonostante il conclamato impegno a favore di un’Europa più efficiente sotto il profilo delle risorse, secondo la Commissione vari Stati membri procedono assai lentamente nella gestione dei rifiuti e nell’applicazione della legislazione in materia e sono ancora numerosi quelli che ricorrono troppo allo smaltimento nelle discariche, anche se mediamente in tutta l’UE sono stati raggiunti … Continua
Una strategia globale per l’Europa delle università

Una strategia globale per l’Europa delle università

Entro il 2030, tra poco più di quindici anni, gli studenti iscritti alle varie Università del Pianeta potranno triplicare, passando dagli attuali 130 milioni (100 a inizio secolo) a 400 milioni. Su otto miliardi, quanti saremo a quell’epoca, sarebbero pari al 5% della popolazione. Sono numeri che fanno pensare, ma ciò che più impressiona, oltre … Continua
Una strategia per bloccare il degrado

Una strategia per bloccare il degrado

Con il Pil di­minuito di oltre 1’8% negli ultimi sei anni, la pro­duzione industriale inferiore di un quarto, una perdita di 1,4 milioni di unità di lavoro, 70 mila imprese manifatturiere chiuse nello stesso periodo e consumi tornati ai livelli del 1997, la questione cruciale è come arginare la grave erosione che sta subendo la … Continua
Una strategia industriale per riprendere la crescita

Una strategia industriale per riprendere la crescita

Nell’ultimo discorso sull’economia il Presidente Barack Obama ha invocato una drastica semplificazione del fisco societario per promuovere le produzioni nazionali senza gravare sul bilancio pubblico. È un’ulteriore tappa nel percorso che gli Usa hanno imboccato da tempo e con grande determinazione per rilanciare il settore manifatturiero, considerato strategico per la crescita e l’occupazione, in ciò … Continua
La rivoluzione degli scisti

La rivoluzione degli scisti

La crescente rilevanza della produzione di olio e gas da scisti (shale oil e shale gas) pone la necessità di comprendere e misurare nei loro effetti le conseguenze dei tanti aspetti connessi a questa rivoluzione tecnologica, non solo energetici, ma anche economici, ambientali, politici e sociali. Ed è facile prevedere che non interesseranno solo l’economia, … Continua
La cultura della responsabilità e della sostenibilità per riprendere il cammino

La cultura della responsabilità e della sostenibilità per riprendere il cammino

Dalla prima all’ultima quante saranno le fasi della crisi? Tre, quattro, cinque: finanziaria, economica, sociale, quella della sostenibilità e quella ancor più temibile delle istituzioni? Da tempo, infatti, è del tutto evidente che il percorso imboccato è un cammino perverso, che potrebbe condurre al collasso, come preconizzato oltre quarant’anni fa dal Club di Roma nel … Continua
La via difficile dell’energia

La via difficile dell’energia

Mario Silvestri1, antesignano degli insegnamenti di energetica e fondatore dell’impiantistica nucleare in Italia, alla fine del 1988, concludendo una delle sue ultime fatiche, “il Futuro dell’Energia”2, scriveva: “Agli estensori del PEN (Piano Energetico Nazionale – ndr) va però dato atto che si trovavano davanti a un problema più difficile della quadratura del cerchio. Non solo … Continua
Formazione e ricerca una priorità per la legislatura

Formazione e ricerca una priorità per la legislatura

Il 2012 si è chiuso in Europa con 48 milioni di disoccupati, mentre si stima che nel 2020 mancherà nel Mondo un numero equivalente di lavoratori altamente qualificati in grado di gestire la rivoluzione produttiva e tecnologica che stiamo attraversando. In Italia nello scorso anno si sono persi 278 mila posti di lavoro e ciò … Continua
La cultura d’impresa per rilanciare l’economia. Un’alleanza tra formazione e ricerca per superare la crisi

La cultura d’impresa per rilanciare l’economia. Un’alleanza tra formazione e ricerca per superare la crisi

Secondo le prime stime nell’anno appena trascorso il manifatturiero italiano ha nuovamente realizzato, pur tra molte difficoltà, un attivo nell’export secondo solo a quello della Germania. È un risultato vitale per la nostra economia e l’equilibrio della bilancia commerciale, se si considera che nel 2011  la sola valuta proveniente dai  settori della meccanica non elettronica, … Continua
Quel treno da non perdere che corre verso il futuro

Quel treno da non perdere che corre verso il futuro

In quale misura il progresso esponenziale della tecnologia, specie quella dell’informazione, trasformerà la società? Quale sarà l’impatto dell’automazione, della robotica, dell’intelligenza artificiale, sull’economia e sul lavoro? Quanto i Big Data si muteranno in informazione organizzata e conoscenza e questa in sapere? Come cambieranno le regole di governo della politica, dell’economia, della convivenza civile nei prossimi … Continua
La priorità della formazione tecnica. Una sfida al limite del possibile

La priorità della formazione tecnica. Una sfida al limite del possibile

Secondo le ultime proiezioni nel prossimo triennio il traffico mobile di dati a livello globale aumenterà del 26% all’anno ed entro la fine del 2015 oltre 7 miliardi di telefoni cellulari, tablet, computer e altri dispositivi mobili saranno collegati a internet. È solo una tappa del percorso esponenziale di crescita del numero delle connessioni, stimato … Continua
Energia. La nuova scommessa sull’efficienza

Energia. La nuova scommessa sull’efficienza

Mediamente i nuovi edifici costruiti oggi in Europa disperdono circa la metà  dell’energia che consumavano negli anni 1980, mentre  la progressiva sostituzione degli elettrodomestici con modelli più efficienti  potrebbe comportare per i consumatori europei  un risparmio di 100 miliardi di euro l’anno entro il 2020. Ulteriori risparmi potrebbero derivare dall’impegno degli Stati membri di installare … Continua
Materie prime: passa dalla ricerca il piano della sostenibilità

Materie prime: passa dalla ricerca il piano della sostenibilità

L’obiettivo Zero: zero emissioni, zero consumi, zero difetti e zero rischi,  preconizzato dal network ZERI (Zero  Emissions Research and Initiative) fondato nel 2001 da Gunter Paoli, prevede che da un’economia lineare, in cui si estraggono materie prime, si fabbricano prodotti, li si utilizzano e al termine della loro vita utile si gettano facendone carico all’ambiente, … Continua
L’industria spaziale driver di progresso e crescita

L’industria spaziale driver di progresso e crescita

I sistemi e le tecnologie spaziali rappresentano un elemento critico nella vita quotidiana di tutti i cittadini europei. Il corretto funzionamento della maggior parte dei servizi essenziali che ormai si danno per scontati nel mondo moderno, dalle telecomunicazioni alla televisione, dalle previsioni meteorologiche ai sistemi finanziari a livello mondiale, dipende dall’industria spaziale. Di ciò è … Continua
Energia. L’asset dell’efficienza per crescere e competere

Energia. L’asset dell’efficienza per crescere e competere

  Se vuole rimanere la 2^ manifattura d’Europa e la 5^ del Mondo, l’Italia ha bisogno di una base industriale forte e competitiva, in termini sia di produzione che di investimenti, quale motore principale di crescita economica e occupazione. Ma la competitività richiede un contesto stabile, semplice e prevedibile, con  una migliore regolamentazione, ivi compresa … Continua
Un’alleanza tra formazione e lavoro. Nel passaggio da scuola a lavoro la via per crescere

Un’alleanza tra formazione e lavoro. Nel passaggio da scuola a lavoro la via per crescere

Con il potenziale di crescita a minimi storici l’economia italiana ha immediato bisogno di strategie e risorse per far uscire la produttività dallo stato di prostrazione in cui è caduta da tempo, perché la crisi è sempre più strutturale e non c’è spazio per ulteriori dilazioni. Conforta quindi leggere nel piano delle riforme e della … Continua
Strategia industriale cercasi. Macchine e politiche intelligenti per riprendere la crescita

Strategia industriale cercasi. Macchine e politiche intelligenti per riprendere la crescita

Volendo  guardare alla metà piena del bicchiere si può dire che la crisi ha avuto per lo meno l’effetto di obbligarci a riflettere su come riprendere il cammino e sulla necessità di investire in nuove tecnologie e in nuovi sistemi di lavoro con una politica industriale, determinata e organica, che privilegi R&S e formazione. La … Continua
Clima. Dall’Europa un nuovo giro di vite

Clima. Dall’Europa un nuovo giro di vite

Dopo il primo passo nel marzo scorso con il libro verde sui target in materia di clima ed energia al 2030, con una Comunicazione del 22 gennaio la Commissione europea  ha definito ora il quadro strategico degli interventi che considera necessari e urgenti (Rif. COM (2014) 15 def. “A policy frame work for climate and … Continua
La chance della svolta. L’asset della conoscenza per una crescita inclusiva e responsabile

La chance della svolta. L’asset della conoscenza per una crescita inclusiva e responsabile

Cinque anni fa, riflettendo sulle sfide e le opportunità del  nuovo decennio,  scrivevo nel Giornale dell’Ingegnere, a crisi conclamata, che per riprendere la crescita occorreva far leva sull’innovazione per mettere in campo nuove risorse e nuove regole gestionali. Ma quali risorse? Prime fra tutte quelle culturali, ovvero scienza, tecnologia, formazione e informazione. E la loro … Continua
Il futuro da non perdere. Colmare i divari per uscire dalla stretta

Il futuro da non perdere. Colmare i divari per uscire dalla stretta

Riusciranno  i robot a raggiungere livelli prossimi all’intelligenza umana entro i prossimi quindici anni, come molti affermano? E, se sì,  dove ci porterà il binomio automazione e robotica? Sono le domande preoccupate che si pongono i nuovi “luddisti”, che ancora vedono nel progresso tecnologico  la ragione di una permanente e progressiva distruzione di posti di … Continua
Il valore vincente del lavoro. Il lavoro che cambia. Innovare le competenze per vincere la sfida della produttività

Il valore vincente del lavoro. Il lavoro che cambia. Innovare le competenze per vincere la sfida della produttività

C’è un  cambio di paradigma a livello mondiale dovuto alle nuove esigenze del  mercato che ricerca e premia sempre di più chi sa esprimere non solo l’innovazione, ma anche l’originalità di ogni singola fornitura, e sa anticipare e indirizzare  la domanda. Così macchinari, componenti, software e impianti devono essere costantemente rinnovati e personalizzati per assicurare … Continua
Lo scatto che serve  per adeguarsi al cambiamento

Lo scatto che serve  per adeguarsi al cambiamento

L’ultimo naufragio di migranti nel canale di Sicilia rinnova una catastrofe umanitaria che ci obbliga a guardare più lontano nello spazio e nel tempo di quanto forzatamente non si sia fatto  in questi ultimi anni, ragionando in termini di sostenibilità infra e intergenerazionale. Non è cosa facile, perché  la crisi finanziaria iniziata nel 2007 è … Continua
Energia e mercato. Un’alleanza tra efficienza e rinnovabili per la coesione economica

Energia e mercato. Un’alleanza tra efficienza e rinnovabili per la coesione economica

Vari osservatori ritengono che nei prossimi mesi il prezzo del petrolio resterà al di sotto dei 60 dollari e che in tal modo anche il prezzo del metano inevitabilmente scenderà,  dando il via a maggiori investimenti a livello globale sugli impianti di generazione elettrica a gas. Ciò a detrimento della spesa per lo sfruttamento dell’energia … Continua
Il sapere delle macchine muta i fattori produttivi. Un circuito virtuoso tra formazione e occupazione per governare il cambiamento

Il sapere delle macchine muta i fattori produttivi. Un circuito virtuoso tra formazione e occupazione per governare il cambiamento

Nonostante la perdita di un quarto della produzione industriale e di nove punti del  pil, l’Italia  rimane il secondo Paese manifatturiero d’Europa, conservando  una posizione di leadership in molte filiere a medio-alto contenuto tecnologico. Un risultato che dimostra il coraggio con cui  durante la crisi il Paese ha saputo combattere e difendere  con successo la … Continua
Dall’edilizia la rivoluzione per una crescita sostenibile

Dall’edilizia la rivoluzione per una crescita sostenibile

Il flusso migratorio di questo tempo è un fenomeno complesso determinato dall’intreccio di vari fattori, tra cui disuguaglianze economiche e sociali, cambiamenti climatici, carestie, politiche locali, guerre e persecuzioni. Spostamenti di masse umane, in cerca di diritti e opportunità su rotte di speranza e morte, che si dimostrano incontrollabili e che richiedono azioni immediate per … Continua
Il diritto e il valore di crescere responsabilmente

Il diritto e il valore di crescere responsabilmente

La sfida del futuro, sin qui vinta dall’uomo con fasi di alterno successo, permane foriera di gravi minacce che fortemente preoccupano per la loro globalità. Dal cambiamento climatico, alla carente democrazia, variamente diffusa per la mancanza di una cultura civica condivisa che genera instabilità politica e migrazioni, alle conseguenti tensioni sociali, anche per l’insostenibilità della crescente  … Continua