Impianti fotovoltaici

L’impianto fotovoltaico può essere oggetto di interventi di manutenzione e/o ammodernamento, indispensabili a mantenerlo efficiente e funzionale per tutto il periodo di esercizio. Per gli impianti incentivati, il D.M. 31 gennaio 2014 stabilisce che il Gestore dei Servizi Energetici – GSE Spa, è tenuto a verificare la sussistenza e la permanenza dei requisiti oggettivi e dei requisiti soggettivi dei Soggetti Responsabili per il mantenimento degli incentivi, inclusi premi e maggiorazioni, per tutto il periodo previsto di incentivazione. Il GSE, inoltre, ha pubblicato le procedure per fornire indicazioni in merito ai principi generali di riferimento per la gestione degli interventi di manutenzione e ammodernamento tecnologico da effettuarsi su impianti fotovoltaici incentivati in Conto Energia.

ICIM, forte dell’esperienza pregressa come ente di certificazione di prodotto e di verifiche ispettive su impianti, è l’interlocutore più qualificato per offrire servizi diversificati e adeguati alle effettive finalità, dalla semplice assistenza alla più complessa verifica degli interventi:

  • verifica documentale del fascicolo di qualifica GSE dell’impianto, in funzione della rispondenza alla normativa di settore;
  • analisi ispettiva dell’impianto e verifica della producibilità elettrica in funzione del rendimento teorico atteso, finalizzata all’individuazione dei possibili interventi di efficientamento e ammodernamento tecnologico;
  • verifica di rispondenza degli interventi eseguiti sugli impianti alle procedure redatte dal GSE;
    attestazione di ispezione di fabbrica ai fini dell’identificazione dell’origine del prodotto (Factory Inspection Attestation);
  • test di funzionalità in campo o presso laboratori accreditati.

ICIM inoltre, unico organismo italiano, designato dall’IEC come National Certification Body (NCB) per l’Italia per la certificazione delle prestazioni e della sicurezza dei moduli fotovoltaici, è in grado di certificare la qualità, la sicurezza e la funzionalità sia dell’impianto sia dei suoi componenti.

Per maggiori informazioni: Marco Croci (tel. 02 72534257, e-mail marco.croci@icim.it)